Il progetto

0 Flares 0 Flares ×

Abbiamo lavorato a questo documentario per quasi tre anni, da quando abbiamo scoperto che la LIS (per esteso, Lingua dei segni italiana) in Italia non è riconosciuta dalla legge.
Non sapevamo niente di lingua dei segni, niente di sordità. In questo documentario abbiamo cercato di raccontarle con immagini e parole.

Abbiamo anche cercato di mostrare che cosa significa parlare una lingua non riconosciuta dallo Stato. Invisibile nei luoghi dove sarebbe utile (provateci voi a seguire una lezione leggendo le labbra di un professore che si gira di continuo per scrivere alla lavagna, o di un ricercatore coi baffi che parla dal fondo di una sala congressi). E invisibile ai nostri occhi: agli occhi di chi, udente tra gli udenti, non si è mai reso conto di avere accanto una minoranza che per farsi valere deve gridare. Con le mani.

Ah, a proposito: i sordi non sono affatto silenziosi, anzi. E non tutti i segnanti sono sordi, anzi.
Nel nostro viaggio abbiamo scoperto un mondo. Con questo documentario speriamo di aprirlo anche a voi.

Il documentario è parlato e segnato ed è tutto sottotitolato.

Commenti, critiche e proposte di aiuto di tutti i tipi sono benvenute. Vi invitiamo a lasciarle qui.

bambini

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 0 Flares ×

Commenti

  1. patrizia says:

    gennaio 24th, 2013at 16:26(#)

    carissimi il video della home è favoloso, la nostra associazione da marzo 2012 ha costituito il gruppo sordi, e conoscendo persone non udenti ci si è aperto un mondo, a marzo festeggieremo il primo anniversario del gruppo facendo fare loro (insieme a noi) uno spettacolo nella nostra serata di autofinanziamento in discoteca. questa sera porteremo in riunione la proposta di appoggiare il vostro progetto. Avremo bisogno di avere dettagli e costi. intanto buon lavoro e a presto.
    Patrizia Stefani

  2. Silvia Bencivelli says:

    gennaio 24th, 2013at 16:38(#)

    cara patrizia, grazie!
    a marzo ci inviterete? verremmo davvero volentieri alla vostra festa!
    i dettagli economici sul progetto si trovano su produzioni dal basso (finestrella qui in alto, in verde).
    in sintesi, si tratta per adesso di promettere un appoggio: se raggiungeremo il numero prefissato di quote nel tempo prefissato, il progetto sarà prodotto dal basso. significa che a quel punto vi manderemo una mail e ci metteremo d’accordo su come farci arrivare i soldi. sono quote da dieci euro l’una, in totale 3000 euro. useremo quei soldi per il montaggio e per le ultime, eventuali (ma quasi certe…), riprese.
    a presto!
    silvia e chiara

  3. Maurizio Valentini says:

    febbraio 3rd, 2014at 13:40(#)

    Fantastico, positivo, emozionante. E’ il caso di dire che
    ” sono senza parole ” . Come sono senza parole che questa lingua non sia ancora riconosciuta.
    ” Parlata con le mani e ascoltata con gli occhi ” . Arte letteraria, arte danzante delle mani e del corpo.
    ” Gridare con le mani ” … immagino lo sforzo per inviare alle mani l’energia che io mando alla bocca per gridare.E lo sforzo per fare uscire dalle mani il grido.
    E il soprannome coi segni…
    Avete colto in pieno nel ” segno ” , avete aperto il canale delle emozioni con una positività che mi ha veramente ricaricato. Voglio vedere l’intero documentario . Vorrei riuscire a comunicare con quei meravigliosi bambini.

  4. SPERANZA MOCCI says:

    febbraio 28th, 2014at 20:34(#)

    Mi piacerebbe poter seguire un corso per imparare la lingua dei segni potete darmi informazioni per la provincia di Sassari? Grazie ciao.

  5. Silvia Bencivelli says:

    marzo 2nd, 2014at 20:24(#)

    cara speranza, devi informarti presso l’ens della tua provincia.
    in bocca al lupo!

Lascia un commento

Current month ye@r day *

Il documentario è autoprodotto, se vuoi aiutarci clicca qui!

Seguici anche su Facebook:



0 Flares Twitter 0 Facebook 0 0 Flares ×